I DISTURBI SPECIFICI DELL'APPRENDIMENTO

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento sono un gruppo di disturbi (Dislessia, Disortografia, Discalculia, Disgrafia) che interessano una particolare settore di competenze (lettura, scrittura, calcolo) in presenza di normale funzionamento intellettivo e adeguata esposizione agli apprendimenti. Inoltre, non devono essere presenti alterazioni neurosensoriali in grado di spiegare le difficoltà di apprendimento.

La diagnosi di dislessia, disortografia e disgrafia non può essere effettuata prima della fine della II classe di scuola primaria, mentre la diagnosi di discalculia non prima della fine della III classe di scuola primaria.

Esistono dei "campanelli di allarme" che se riconosciuti entro i primi 2 anni di scuola primaria possono rilevare un possibile DSA:
- Famigliarità con i DSA (Fratelli o sorelle maggiori, genitori, nonni o zii):
- Pregresso o concomitante disturbo specifico del linguaggio;
- Difficoltà di associazione grafema-fonema;
- Eccessiva lentezza in scrittura e lettura;
- Incapacità di produrre lettere in stampatello riconoscibili;
- Difficoltà a riconoscere piccole quantità;
- Difficoltà di lettura e scrittura dei numeri entro il 10;
- Difficoltà di calcolo orale entro la decina anche con supporto concreto. (Stella-Grandi